Hotel Tiziana - Lungomare Spalato, 88, 64021 - Giulianova Lido - Teramo - Tel +39 085 8025192

Itinerario d'Abruzzo: La provincia di Teramo, dal litorale ai Monti della Laga

Cartina e luoghi d'interesse da visitare nella zona della provincia di Teramo

La costa teramana è contraddistinta da una lunga fascia pianeggiante che si estende dalla riva fino alle colline, che pian piano si innalzano fino all'Appennino centrale. Questa zona, che un tempo era destinata al pascolo dei greggi, adesso è uno dei centri turistici più urbanizzati, in grado di offrire ottimi servizi alberghieri e turistici. Il litorale, con le sue spiagge ampie e sabbiose cattura l'attenzione di molti turisti. Esempi concreti sono le città di Giulianova Lido, Tortoreto Lido ed Alba Adriatica.
Queste città non sono solo moderne ma anche ricche di storia infatti si consiglia di visitare i torrioni di Giulianova ed Alba Adriatica, risalenti al XVI secolo, che nel tempo si sono conservati molto bene ed il centro storico delle città di Tortoreto e Giulianova.
Dalla città di Alba Adriatica, un tempo frazione di Tortoreto, possiamo risalire la valle del torrente Vibrata passando per i paesini interni di Nereto, Sant'Omero e Civitella del Tronto che, in passato, delimitavano il confine fra lo stato pontificio ed il regno delle Due Sicilie.
Civitella del Tronto è caratterizzata dalla presenza della fortezza che racchiude una miriade di testimonianze e monumenti risalenti al passato. La Fortezza di Civitella è un'opera molto importante sia in Abruzzo che in tutta Italia infatti è la seconda fortezza più grande d'Europa. Da qui si può ammirare un ottimo panorama sia verso la vallata che verso le maestose montagne.
Proseguendo sui Monti della Laga, in particolar modo verso la Montagna dei Fiori, possiamo notare come le montagne siano di modesta estensione rispetto alle altre vette abruzzesi infatti queste rocce sono caratterizzate da una facile erodibilità e limitata permeabilità. Questo ha formato una fitta rete idrografica che suddivide il territorio.
I boschi dei monti della Laga sono principalmente costituiti da castagni, querce, faggi e abeti ed il sottobosco, altrettanto ricco, fornisce funghi molto pregiati.
Dal Ceppo si possono percorrere due principali percorsi naturalistici, il primo verso il Bosco Martese ed il secondo al Pizzo di Sevo.
Dopo questa tappa ci dirigiamo verso Teramo, cittadina preromana, che conserva caratteri antichi nella parte bassa e moderni nella parte nuova. I piatti tipici che vi faranno apprezzare meglio questa cittadina sono: il tacchino "alla canzanese" e le "Scrippelle 'mbusse".
 

Cartina itinerario: La provincia di Teramo, dal litorale ai Monti della Laga